12 marzo: “Giornata della libertà mondiale contro la cybercensura”

Proprio durante il braccio di ferro tra Google e Cina Reporters Sans Frontières propone il 12 marzo come Giornata della libertà mondiale contro la cybercensura.

Nel mondo il web ha aperto gli occhi a tutte le persone, dall’Iran agli USA, dalla Cina all’Italia, proprio grazie alla libertà di questo potentissimo mezzo. La proposta viene in un momento molto critico per il colosso Google in guerra contro la Cina che nonostante qualche cenno di riconciliazione sostiene che “La censura è necessaria per la stabilità”. Parole veramente pesanti a cui seguono quelle del ministro dell’industria cinese Li Yizhong: “In caso Google decida di agire contro la legislazione e i regolamenti cinesi, sarà ritenuta irresponsabile e ne dovrà pagare le conseguenze”.

Google si prepara quindi a fare le valigie ovvero a chiudere in Cina e accanto alla Giornata della libertà mondiale contro la cybercensura, propone ancora assieme a Reporters Sans Frontières  il Netizen Prize cioè un premio a quella persona ignota che più si è battuta per la libertà su internet e ovviamente sono molti gli aspiranti.

Insomma siamo giunti veramente al limite, il 12 marzo dovrà ricordare al mondo intero che la rete deve rimanere libera e accessibile a tutti, deve poter continuare ad essere il mezzo di scambio di idee e di informazioni senza alcun tipo di limitazioni e censure.


Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'url_filtered' not found or invalid function name in /home/bluranoc/public_html/wp-includes/plugin.php on line 235

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*