PMI eccovi 5 Consigli per entrare nel Web

Le PMI che scelgono il Web nel 2014

Le PMI che scelgono il Web nel 2014

PMI che scelgono il Web nel 2014? 5 Validi Motivi.

Questa è una delle domande più frequenti che ci viene posta, da PMI e piccole attività su strada. Se di fondo, non è una questione economica, molti imprenditori over 50, ci chiedono se entrare in rete nel 2014 è ancora conveniente. Perché Over 50? Cari lettori, che voi siate colleghi o semplici curiosi, l’Italia è uno di quei paesi più indietro in assoluto in termini di Web. Non solo sotto l’aspetto infrastrutturale dove la vera Banda Larga è appannaggio di appena 1% di tutta la popolazione Italiana, ma sopratutto sotto l’aspetto “Visibilità delle PMI sul Web”.

Prendiamo per esempio Google, recentemente ha iniziato uno speciale programma in Italia, chiamato “Eccellenze Italiane”, per dimostrare concretamente che il nostro paese è ancora imbattibile sotto l’aspetto dell’artigianato e sopratutto nel settore alimentare! Anche i nostri burocrati più attempati raramente si sono fatti sfuggire dichiarazioni che “Italia nel Web deve recupererà un gap spaventoso”.

Tornando con i piedi per terra, oggi troviamo per la maggioranza questi settori;

  • PMI con un organico inferiore alle 10 unità
  • Attività su strada (Negozi, Ristoranti…)
  • Liberi Professionisti, Artigiani (Dentisti, Commercialisti…)

Per gli esperti del settore potrà sembrare “folle”, ma sappiate che la stragrande maggioranza di queste attività, è completamente priva di una strategia Web. Certamente Coupons et simili, hanno dato un bell’aiuto, in taluni casi una vera svolta economica. La realtà è che tantissime attività sono totalmente invisibili, ed oggi se sei “invisibile”, di fatto non esisti!

Tornando alla domanda principale, se conviene portare una PMI in rete nel 2014, noi di WebDesignRoma  approcciamo sempre questo ragionamento: Dipende da quanta concorrenza c’è. Fin troppo spesso, capita di ascoltare imprenditori convinti di non avere concorrenza… “Nella mia zona, ci sono solo io”, peccato che poi alla prima verifica, operino migliaia se non milioni di concorrenti. È quindi assolutamente ovvio, che portare una PMI nel Web nel 2014, troviamo fattori che influenzano fortemente tra cui:

  • Precedenti esperienze nel Web
  • Budget
  • Concorrenza

Nelle casistiche, che tutto vada liscio come l’olio, esperienza nel Web modesta, un Budget adeguato e una concorrenza sulle centinaia di unità, il discorso è semplice “Si può fare”.

Eccovi dunque 5 consigli per portare una PMI nel Web

  1. Decidete chi seguirà i vostri progetti, in base ad un concetto semplice; Web Mobile e Multilingua. Nel 2014, in una paese globalizzato e multietnico pensare ancora di rivolgersi solo all’Italiano è sciocco e sbagliato per qualsiasi PMI che desidera entrare nel Web. Ancora più assurdo è credere che le persone navighino principalmente da PC in casa, seduti davanti una scrivania… Come direbbero qui a Roma “Ma quando mai…”, oggi Smartphone e Tablet la fanno da padroni.
  2. Entrate nel Social in modo “preponente e deciso”, oggi il Social Marketing è fondamentale! Italia è la numero uno di storie e leggende, moltissime persone sono convinte che sia riservato al Teenager di turno, sta di fatto che 27 milioni di persone Italiane accedono a Facebook ogni giorno. Se la matematica non vi basta come certezza, considerate che tutte le grandi aziende Italiane o Estere investono in Facebook.
  3. Siate attivi. Non pretendete che l’Esperto o la Web Agency pensi esclusivamente alla vostra PMI. L’occhio del padrone ingrassa il cavallo, suggerite costantemente migliorie da aggiungere o inserire. Ricordatevi che il Feedback più grande sono i vostri clienti. Se questo feedback, non raggiunge il Web, state sbagliando!
  4. Fate Branding ovunque, comunque e dovunque. Un cliente oggi non è solo una persona fisica che deve portarvi soldi! I vostri riferimenti Web, devono essere impressi ovunque, l’obiettivo è fidelizzare quel cliente sul Web, catturando quanti più dati possibile (mail, interessi…).
  5. Quinto ed ultimo consiglio, non arrendetevi. Nel corso del tempo, ho visto interessanti progetti naufragare dopo 90 giorni, unicamente per la “fretta”. Il Web è certamente veloce e quant’altro, ma PMI che decidete di entrare in rete nel 2014, deve sempre tener conto che non è priva di concorrenza.

Tutto qui? Si questi 5 consigli, se ben sfruttati possono dare la svolta, visibilità e notorietà necessaria. Una PMI che entra in rete nel 2014, secondo il mio personalissimo parere, dovrebbe cominciare da questi 5 consigli.