Arriva la Pen Drive biodegradabile, tutta italiana

Un lungo periodo di test per assicurarsi che tutto sia come progettato, ed ecco l’uscita sul mercato, da parte dell’azienda italiana Quiservice srl, della pen drive usb interamente biodegradabile.

La pen drive è un prodotto italiano nel quale è possibile trovare due aspetti che si sposano fra loro: l’attenzione alla tecnologia e quella per l’ambiente.
A parlarne è il titolare di Quibio.it, Giuseppe Brau, il quale assicura «Siamo molto orgogliosi di aver prodotto quest’oggetto, fin’ora soltanto grandi multinazionali estere avevano pensato a realizzare chiavette usb biodegradabili».
La “Bio Pen Drive“, così l’azienda italiana l’ha chiamata, è costruita con un materiale biodegradabile ricavato dal processo di fermentazione dell’amido di mais: le molecole di glucosio presenti nelle fibre del materiale ricavato dal processo, fermentano trasformandosi in acido lattico, il quale, polimerizzato, si trasforma in PLA, un polimero molto resistente e completamente biodegradabile.
La “Bio Pen Drive” è prodotta nelle versioni 2-4-8-16-32 GB ed è ovviamente compatibile con i principali sistemi operativi sul mercato.