Aste al ribasso: chiusi 6 siti

La Guardia di Finanza di Milano stamattina ha sequestrato, nell’operazione Knocked Down, sei siti di aste al ribasso, di cui tanto si è parlato in questi mesi e anche qui su Bluranocchio. L’indagine ha coinvolto diverse province del centro-nord Italia, come Varese, Lecco, Firenze, Arezzo, Prato e Cagliari.

Ricordiamo un attimo cosa si intende per aste al ribasso: un oggetto (di gran valore) viene messo all’asta per un certo periodo di tempo. Si aggiudicherà il prodotto colui che farà l’offerta minore non ripetuta da altri utenti. Ogni puntata ha il costo di 2 euro…non immaginiamo gli incassi che hanno di conseguenza.

Oltre al fatto che molte persone pur essendosi aggiudicati il prodotto non l’hanno mai visto recapitato, queste aste truffaldine non sono regolate da regolamenti specifici di un’asta vera e propria.

Le accuse dei siti sequestrati sono di truffa, esercizio abusivo di gioco o scommessa. Si tratta ovviamente dei già noti siti come: Youbid, Bidplaza, Bidda, Bidme, Bidforfree, Lowbid.

Il giro di affari è di milioni di euro e coloro che hanno subìto la truffa possono costituirsi parte civile e chiedere un risarcimento.