Come realizzare un impianto di Videosorveglianza

Impianto di Videosorveglianza

Impianto di Videosorveglianza

Installare impianto di Videosorveglianza

Il numero di furti è considerevolmente aumentato. Secondo gli ultimi sondaggi, in Italia viene svaligiata un abitazione ogni 2 minuti. Ovviamente ci sarebbe da discutere veramente molto, sulla situazione legislativa e soprattutto da chi vengono effettuati tutti questi furti, ma è meglio concentrarci altrove.

Installare un impianto di Videosorveglianza, oggi giorno è diventato fondamentale. Se fino pochi anni fa, era privilegio di grandi aziende, oggi la Videosorveglianza è alla portata di tutti. Insomma l’allarme non basta più, una sirena che “distrugge le orecchie” non è la soluzione.

Perché installare la Videosorveglianza in casa?

  • Installare la Videosorveglienza per prevenire: La maggioranza dei furti, viene premeditata. In particolare tutte quelle abitazioni indipendenti, sono quindi più facilmente controllabili. I ladri infatti, studiano attentamente e colpiscono precisi bersagli. Ovviamente non siamo al livello cinema hollywoodiano, ma certamente neanche di totali improvvisati. Un impianto di videosorveglianza, può allertarvi concretamente. E’ l’unico occhio vigile 24 ore al giorno, in grado di dirci cosa succede nel perimetro della nostra proprietà.
  • Installare la Videosorveglianza per visionare: Chiunque possiede un giardino, terrazzo, balcone avrà sentito qualche rumore sospetto nel corso del tempo. Diamo ovviamente per scontato che trattasi di semplici banalità. Anche qui, l’impianto di Videosorveglianza è l’unico modo, senza alcun rischio per accertarci concretamente da dove provengono quei molesti rumori.

Buone regole per un impianto di Videosorveglianza

Prima di installare un sistema di Videosorveglianza è bene conoscere il mercato. Affidarsi in mani professionali è certamente l’inizio, tuttavia una buona infarinatura, può aiutare nella comprensione del valore del proprio kit di Videosorveglianza.

  • Impianto di Videosorveglianza: Regola numero 1, niente cinesate! eBay abbonda di Kit Videosorveglianza da poche centinaia di euro, composti da 4/6 telecamere. Rimango sempre stupito, come molte persone reputino affidabile un impianto da 200/300 euro. Questi impianti, oltre ad avere un antiquata tecnologia, sono di qualità infima. Sensori ottici con tremenda e totale assenza di qualità dell’immagine, scocche dove la qualità della plastica è inferiore perfino ad una bottiglia d’acqua.
  • Impianto di Videosorveglianza: Basta analogico. Molti professionisti lo propongono, semplicemente perché il digitale come tale richiede conoscenza e formazione! L’impianto di Videosorveglianza deve essere IP, l’unico che consente flessibilità ed espansione futura.
  • Impianto di Videosorveglianza: Benvenuta POE. Nono conoscete il POE? È molto semplice, l’impianto di Videosorveglianza poe utilizza uno standard ormai diffuso e certificato, che unisce ethernet e corrente in un solo cavo. Così che anziché eseguire complicate opere murarie e quant’altro è sufficiente un unico cavo.
  • Impianto di Videosorveglianza: Visione notturna sempre e comunque. Installare un impianto di Videosorveglienza privo di visone notturna è un errore, anche se l’ambiente è illuminato. Queste telecamere anche in totale oscurità, consentono una visione dell’ambiente con grande qualità.

Impianto di Videosorveglianza WIFI o cablato?

L’impianto di Videosorveglianza meglio sceglierlo wireless o cablato? È una domanda scontata. Tenendo conto che Wireless non significa senza nessun filo, in quanto la corrente è comunque necessaria, se le distanze non sono proibitive meglio cablato quindi POE.

Bisogna comunque conoscere il Wireless. Optare per un impianto di Videosorveglianza wireless con protocollo “G” è differente da un impianto di Videosorveglianza con protocollo “N”, il primo è più economico ma con copertura inferiore, il secondo garantisce più performance. Occhio quindi, il preventivo del vostro impianto di Videosorveglianza deve essere dettagliato.

Impianto di Videosorveglianza, quale marca scegliere?

Se in qualsiasi mercato, troviamo una lista di produttori definita e precisa, nel settore della Videosorveglianza esistono centinaia se non migliaia di marche, sottomarche, categorie e dettagli. Chiunque si troverebbe spiazzato davanti una scelta pressoché infinita. Anziché elencarvi le migliori marche, vi consiglio di guardarne le specifiche, in quest’ordine;

  1. Qualità dell’obiettivo: Le telecamere di Videosorveglianza sceglietele almeno con un sensore da 720p. D’altronde se non volete riprendere una semplice sagoma, ma pretendere che il vostro impianto di Videosorveglianza vi mostri chiaramente volto e dettagli, non c’è soluzione migliore dei 720p.
  2. Produttore del sensore: Salvo scegliere marche come DLINK, Foscam, assicuratevi che il vostro impianto di Videosorveglianza sia equipaggiato di un sensore Sony. 
  3. Corpo esterno: Oggi giorno una videocamera di sorveglianza, non deve avere l’aspetto di un “cannone”, grandezza non significa qualità. Così come un corpo d’alluminio non è necessariamente migliore rispetto uno in plastica.

Impianto di Videosorveglianza, quali professionisti contattare?

Su Roma, troviamo il portale Videosorveglianza Roma, professionisti che possono seguirvi nella vendita e installazione di un buon impianto. Chi invece vuole cimentarsi nel fai da te, consigliamo di scegliere un fornitore locale, come Videosorveglianza Roma, dove potete farvi consigliare e magari, divertirvi nell’installazione.

Prezzi di un impianto di VideosorveglianzaL’impianto di Videosorveglianza non è un costo, ma un investimento per la propria sicurezza e quella della famiglia.