Come scrivere un buon curriculum vitae

Come scrivere un buon curriculum vitae

In questo post illustrerò quali sono le regole basilari per scrivere un buon curriculum vitae. Ricorda: non è il miglior candidato che ottiene un colloquio, bensì il miglior curriculum vitae.  Infatti trasandare la qualità del curriculum vitae può far perdere delle vere e proprie opportunità di lavoro, poichè molte sono le persone che in questo periodo non molto facile, sono in cerca  di un’occupazione. Infatti sono tantissimi i curricula che arrivano in azienda, è proprio per questo motivo che bisogna catturare l’attenzione del datore di lavoro cercando di invogliarlo a leggere il proprio curriculum vitae.

Come scrivere un buon curriculum vitae

Come scrivere un buon curriculum vitae

  • Per scrivere un buon curriculum vitae, occorre che sia facile da leggere, completo in tutte le sue parti, diretto, e chiaro. In poche parole deve suscitare interesse nel datore di lavoro, tanto da indurlo a contattare il candidato per un colloquio.
  • Un curriculum vitae deve iniziare con una breve sintesi di se stessi. Quindi è importante raccontare la propria storia, descrivendo le capacità, le competenze e le esperienze lavorative precedenti. E’ fondamentale parlare sempre al presente, poichè le caratteristiche positive devono sempre risaltare sulla pagina. Non dimenticarsi nella prima sezione di inserire la fototessera che è molto importante.
  • Inoltre, per catturare l’ attenzione del datore di lavoro, è necessario essere originali ed evitare di utilizzare frasi già fatte, perchè questo comportamento può dare l’impressione che non si è in grado di parlare di se stessi.
  • Un  riguardo particolare deve essere dato anche all’impaginazione, in quanto un documento ben formattato sarà sicuramente più facile da leggere. Quindi il mio consiglio è quello di utilizzare il grassetto giusto per esporre le informazioni più importanti. Ricorda, è necessario che il curriculum vitae non sia più lungo di 2 pagine, questo perchè i selezionatori o i datori di lavoro, hanno moltissimi curricula da leggere e a volte non hanno il tempo necessario di leggere tutte le informazioni. Quindi bisogna essere chiari e allo stesso tempo sintetici.
  • Detto questo, ecco come un buon curriculum vitae deve essere suddiviso:
  1. Dati anagrafici: nome, cognome, indirizzo, data di nascita, nazionalità, numero di telefono, eventualmente indirizzo e-mail. Come ho già menzionato precedentemente, anche la fototessera va inserita. Ma attenzione alla scelta, in quanto fotografie in costume da bagno o simili, sono da evitare. Piuttosto scegliere delle immagini sobrie.
  2. Istruzione e formazione: citare gli studi compiuti, i titoli conseguiti e gli istituti frequentati. Si può partire dal titolo di studio più recente fino a arrivare al diploma. E’ buona norma inserire il voto di laurea eventualmente, o quello del diploma, purchè siano positivi.
  3. Esperienze lavorative: in questa sezione si devono esporre le proprie esperienze di lavoro aggiungendo naturalmente le informazioni del datore di lavoro, e la posizione lavorativa occupata, raccontando dettagliatamente le mansioni svolte.
  4. Capacità e competenze personali: in questa sezione vanno immesse tutte le conoscenze linguistiche, abilitative, artistiche nonchè informatiche in proprio possesso.

Come si può notare non è difficile da compilare, basta mettere soltanto un pizzico di impegno, e il resto farà la sua parte.

Buona fortuna!