Compravendita articoli per siti e blog

Quante volte è capitato, nel nostro percorso da Blogger, di rimanere senza idee, ispirazioni o semplicemente VOGLIA di scrivere? A me tante! Soprattutto se si amministra un blog soli soletti. Capitano quei periodi dove vorreste staccare per qualche giorno, senza pensare ai visitatori , commenti, ecc.

Peggio ancora quando si va in vacanza ( Natale appunto ) , lasciando il sito/blog in balia di se stesso per giorni. A meno che non vi portate il portatile appresso….ma chi ne ha voglia di mettersi a scrivere quando si è troppo impegnati ad organizzare il cenone di natale?

Si può fare anche un discorso inverso : avete voglia di scrivere ma non di impegnarvi con un blog vero e proprio. Per alcuni può diventare un vero e proprio lavoro. Scrivere articoli e venderli ai blogger che ne hanno bisogno. Se sono articoli di qualità potrebbero valere anche 10 euro singolarmente.

Per questo c’è un sito che funge da intermediario tra blogger e scrittori, il suo nome è : Articoli in Vendita.

Il sito è appena nato ma promette bene.

Come funziona?

Per prima cosa ci si iscrive al sito tramite il modulo d’iscrizione. Una volta iscritti si decide cosa fare ( vendere o acquistare ) . Se si acquista non c’è alcun pagamento da rilasciare se non l’importo dovuto per l’articolo scelto. Se si vende, c’è una quota simbolica di 50 centesimi per articolo pubblicato.

Perchè si deve pagare per vendere articoli? Diciamo che è una forma di protezione. Ogni articolo pubblicato viene prima revisionato dallo staff del sito che decide se l’articolo è di qualità oppure no, se è unico ( e quindi non copiato da altri siti ) e se l’autore è una persona affidabile.

Naturalmente possiamo decidere noi il prezzo da dare per ogni articolo scritto ( non puntate troppo in alto le prime volte, ricordate che dovete prima farvi conoscere ) . Un blogger capisce subito se un articolo è di valore oppure no. Se gli piace il modo in cui scrivete state pur certi che tornerà ad acquistare da voi.

Le modalità di pagamento, per ora, sono affidate esclusivamente a Paypal e Postepay ( le prepagate più utilizzate per gli acquisti online ) .