Costruire un sito per guadagnare con internet in 30 giorni

Premessa : con questa guida non voglio farvi credere che in 30 giorni riuscirete a guadagnare uno stipendio con il vostro piccolo blog su internet. Niente di più sbagliato, quindi attenzione!

Questa guida vi servirà per porre le prime basi solide nel vasto mondo di internet. Costruire un sito/blog non è così facile come si pensa. Non parlo di blog personali , creati in 5 minuti con servizi gratuiti online. Parlo di blog importanti, che vogliono trasmettere “qualcosa” di davvero concreto all’interno della rete.

Non è altrettanto facile guadagnare con esso. Sfatiamo il mito del giovane studente che riesce a far fortuna tramite internet ( non siamo tutti mark zuckerberg ). C’è chi può e chi non può. Se siete determinati ce la farete, se non lo siete allora evitate di perdere tempo leggendo la mia guida e tornate a giocare su farmville.

Iniziamo…

GIORNO 1 – Impariamo cos’è una nicchia di mercato –

Vi consiglio di trascorrere il vostro primo giorno pensando alla nicchia di mercato che si vuole proporre. Inizialmente pensate al vostro hobby preferito ( tecnologia, pesca, trucco, bicicletta, automobilismo, ecc.. ). Meglio scrivere un’argomento su cui siamo esperti che un argomento in cui non sappiamo una “cippa-lippa“.

Evitate di ascoltare le persone che vi dicono “se scrivi articoli di medicina guadagni un sacco“. Un conto è essere medici e sapere ciò di cui si sta parlando, un conto è essere “fruttivendoli” e non sapere minimamente cosa voglia dire “infrazione” ( e non parlo del codice della strada ).

Se scegliete una nicchia ampia come “tecnologia“, vi consiglio di non seguire il mio esempio, ma di specificarvi in un ramo più ristretto. Sappiamo infatti che la concorrenza per tale nicchia è davvero ampia, essendoci già grossi siti come Geekissimo che ne detengono i primi posti.

Prendete esempio da siti come “Iphone Italia” o “FacebookMania“.

Attenzione però a trovare nicchie che funzionino. Fate prima una piccola analisi sfruttando gli strumenti di Google :

GIORNO 2 – Scegliere il nome del dominio

Avete 2 strade :

  • scegliere un nome che vi caratterizzi, diventando quasi un marchio di voi stessi ( rischioso )
  • scegliere un nome che si avvicini il più possibile all’argomento che volete trattare ( più facile )

Se per esempio volete parlare di cani, cercate di scegliere un nome attinente al soggetto. ( es. “www.bausetter.it” ) . Giocate con le parole ma non allontanatevi dal vostro soggetto.

GIORNO 3 – Trovare il web hosting su misura –

Trovare un servizio di web hosting come si deve e a poco prezzo, penso sia l’impresa più ardua che dovrete affrontare in questo progetto. Il vostro sito ha bisogno di uno spazio in cui stare, possibilmente con la capacità di ampliamento di quest’ultimo.

Trovare un buon server qui in Italia è un’impresa, ma frugando un po’ in giro si può tirare fuori qualcosa :

  • Tophost : è stato il primo servizio che ho usato. Per mia esperienza non ho avuto alcun tipo di problema. I gestori sono cordiali e disponibili per aiutarvi in caso di necessità. L’unica pecca sta nel non poter ampliare lo spazio a disposizione. Se non siete ancora sicuri del futuro del vostro blog, allora ve lo consiglio. Costa poco ed è un buon servizio.
  • Webperte : A quanto dicono sembra sia stato uno dei primi hosting server di Geekissimo. Attivo da circa 10 anni. Personalmente non posso ritenermi soddisfatta di questo servizio, avendolo testato per quasi 1 anno. Ho avuto molti problemi con loro , non so se per colpa mia o altro.
  • Keliweb : il servizio a cui sto passando. La cosa più interessante secondo me è il nuovo server cloud virtuale.

GIORNO 4 – Imparare ad usare WordPress –

WordPress è ciò che di più facile c’è per creare un sito internet professionale. Se l’hosting è lo spazio vuoto su cui costruire il sito, WordPress è la struttura per realizzare il tutto.

Vi consiglio quindi di capire bene come usarlo e sfruttarlo al meglio. Per questo ci sono delle ottime guide gratuite online :

GIORNO 5 – Scrivere il vostro primo articolo –

Iniziate a creare del contenuto sul vostro sito scrivendo il primo articolo. Può essere un articolo di presentazione, dove vi mostrate ai lettori spiegando chi siete e che intenzioni avete. Cercate di scrivere un bell’articolo , di minino 400 parole. Vi state presentando e dovete dare il massimo di voi stessi se volete che qualcuno torni a leggervi.

GIORNO 6 – Trovate un buon Template per il vostro sito –

Non è solo il contenuto ad essere importante, ma anche la parte grafica. Accogliere i lettori con un buon tema, pulito e ordinato, vi aiuterà parecchio in questa prima fase di avvio.

Non occorre conoscere linguaggi di programmazione, in quanto WordPress permette l’installazione automatica dei temi gratuiti che potete trovare facilmente su internet.

Eccone alcuni :

GIORNO 7 – Inizia a generare traffico –

Ad ogni nuovo articolo che scriverete sul vostro blog, comunicatelo al web attraverso un “ping“. Il ping è una specie di avviso che viene inviato ai principali canali di ricerca quando aggiungete del nuovo contenuto al sito. Essi provvederanno ad indicizzare l’articolo più velocemente , aumentando la popolarità del blog.

Con wordpress si può automatizzare tutto tramite pannello di controllo. Basta accedere alla dashboard, andare su settings, quindi cliccare su Writing. Sotto la scritta “Update Service” incollate gli indirizzi che trovate in questa pagina : Ping Service.

Altrimenti potete effettuare questa operazione manualmente tramite Pingoat.

CONTINUA NEL PROSSIMO ARTICOLO…