Crea il tuo sito Web su internet, ecco le proposte da valutare

Crea il tuo sito Web su internet, ecco le proposte da valutare

Ordine del giorno, creare un sito web!
E’ quello che si domandano un po’ tutti, dopo che navigano sul Web e si dicono, voglio creare un sito Web.

Sito Web

Sito Web

Ecco le richieste come si dividono:

  1. Voglio un sito web per vendere (E-Commerce)
  2. Voglio un sito web per informare
  3. Voglio un sito web perchè devi averlo oggi

In totale possiamo riassumere tutto il Web in soli tre punti, incredibile vero? Prima di elencarvi con precisione come fare, vediamo di analizzare i punti in questione.

Molte persone, per lo più composte da giovani 20-35 anni acquistando in rete credono che basti aprire un sito, e raggiungere il successo immediato. Sfortunatamente per loro e tutti quelli che stanno leggendo questo articolo, il mondo del Web non funziona così. Nel caso del E-Commerce(click qui), vanno applicate tecniche di Web Marketing(click qui) che detta in parole povere e prive di concetti informatici, le tecniche sono molto simili ad un attività fisica con enormi vantaggi in più.

Troviamo la seconda categoria, ovvero quella che desidera un sito Web per informare. In questo caso l’informazione può avere infiniti significati, un blog per esempio come questo vi informa di molti argomenti, troviamo poi un sito Web commerciale che non è da confondersi con E-Commerce che vi informa su determinati argomenti (Pannelli solari, Immobiliare…) questo è il caso che colpisce in un età dai 35 anni in su, che come la bella addormentata si svegliano e fanno “cavolo sono assente dal Web, voglio un sito Web” quindi cercano rimedio alle loro assenze.

Infine c’è la terza categoria, ovvero quella definibile “peste” da evitare per chi svolge questo mestiere, quella che segue la moda, peccato che internet non è una moda e un sito Web neanche, visto che  il Web stesso esiste da una vita ormai. In determinati casi, sarebbe bello svolgere delle domande giusto per gustarsi le incredibili risposte.

Come creare un sito Web

Sono amante delle divisioni quindi anche qui, vi offro la possibilità di riflettere prima di perdere prezioso tempo e risorse economiche.

Questi sono i passi che potete affrontare:

  1. Creare un sito Web grazie al Web stesso
  2. Creare un sito Web comprando libri e studiando
  3. Creare un sito Web affidandovi nelle mani di professionisti

Analizziamo quindi, punto per punto.
Una delle ipotesi più accreditate del momento per via della potente campagna di Web Marketing, è quella di creare un sito Web tramite un altro sito Web. Sostanzialmente non sono richiesti linguaggi di programmazione, esperienza in merito o conoscenze informatiche di alcun genere.
Nell’ultimo periodo sono nati moltissimi servizi, in Italia è appena sbarcato il famoso 1and1, decisamente famoso all’estero nato come gestore di domini e spazio web, si è evoluto in Web Builder ovvero un sito web che consente di creare altri siti Web.

Ovviamente non è l’unico, troviamo infatti webnote, onweb e centinaia di altri servizi, tutti in comune hanno lo stesso identico sistema, offrono uno strumento dove è possibile creare con facilità il proprio sito Web e pubblicarlo in pochi minuti su internet.
Anche in termini economici sono molto aggressivi, si spazia da prezzi da 9 euro fino 39 euro al mese per i pacchetti e funzioni più completi.

Questi servizi sono quanto di più sbagliato esiste per avvicinarsi al mondo Web, badate bene, non perchè sono esosi in termini economici o presentano difetti di funzionamento, ma per il semplice fatto che il vostro sito sarà invisibile al motore di ricerca numero uno: “Google”!
L’obiettivo di questi siti non è quello di portarvi in rete, è quello di fornirvi un prodotto in 5\10 minuti pre-confezionato per centinaia di attività commerciali, di conseguenza data la sua semplicità, fare SEO, SEM e più in generale Web Marketing, risulta impossibile, il risultato è uno spreco di tempo e denaro.

Fortunatamente non tutto è perduto, sicuramente molti leggendo questo articolo, si saranno sentiti attaccati per il semplice fatto che hanno aderito all’utilizzo di un servizio simile, ma è meglio una dura verità o una falsa bugia?
Esiste un alternativa, l’unica veramente funzionante per chi desidera creare il proprio portale con semplicità ed avere strumenti professionali, si chiama WordPress.com.
WordPress.com è l’ideale per creare un sito Web, è l’alternativa al famoso WordPress.org(qui trovate le differenze), la differenza tra WordPress.com e un classico Web Builder è molto semplice, WordPress.com offre l’ambiente WordPress tradizionale già installato e pronto all’utilizzo, quindi parole come hosting, server, dominio diventano superflue e il tutto funziona sempre magnificamente.

WordPress.com ovviamente presenta delle limitazioni nella creazione del vostro sito web rispetto WordPress.org, ma è 10.000 volte meglio qualsiasi Web Builder.
In termini economici impegno è di 300 euro per una soluzione business, badate bene però, che se è vostra intenzione creare un semplice portale in rete trovate Web Agency che la medesima spesa offrono tutto, sgravandovi da centinaia di ore di lavoro.

La seconda opzione da valutare, nel caso siete giovani e con una forte passione per il Web e in linea generale per informatica è quella dello studio, è sufficiente seguire dei corsi, leggere libri, cercare quesiti in rete e un semplice sito Web nasce.
Ovviamente, per raggiungere livelli conoscenza ed esperienza notevoli, vi occorre uno studio notevole, ma se il tempo è dalla vostra parte, vi consiglio di provarci.

L’ultima opzione invece è quella che noi consigliamo sempre, affidarsi nelle mani di professionisti, persone che dispongono di infrastrutture, conoscenze ma soprattutto esperienza per potervi guidare in un settore tanto fantastico quanto ostico.
In rete è possibile trovare Web Agency che con prezzi di partenza onestissimi possono darvi garanzie notevoli, inoltre quasi tutte le Web Agency rilasciano un preventivo con studio di fattibilità in maniera gratuita, perfetto per capire il mercato.

Sperando di aver soddisfatto le vostre perplessità, i commenti sono ben accetti.