E-Commerce, voglio aprire un negozio online, tutto quello da sapere!

E-Commerce, voglio aprire un negozio online, tutto quello da sapere!

Il 2013 sarà il boom E-Commerce Italiano?
Molti leggendo questa frase, penseranno, compro su internet da sempre, si ma da chi?

C’è un settore che nel nostro paese non sente la crisi, è E-Commerce, c’è un settore invece dove la crisi affonda: “L’opportunità mancata”.
Nel 2012 il paese Italia ha generato 19 miliardi di euro nel E-Commerce nell’insieme internet genera attualmente il 2% del Prodotto Interno Lordo nazionale!

E-Commerce e il Web Marketing

E-Commerce e il Web Marketing

Questi dati sono nulla rispetto molti paese europei, dove E-Commerce e in linea generale Internet generano cifre ben più alte delle nostre.
Perchè quindi parlavamo di “opportunità mancante”? E-Commerce in Italia va alla grande, mai un segno di flessione, peccato che pochissime sono le realtà italiane che hanno compreso il potenziale e che generano fatturato solo ed esclusivamente tramite il proprio E-Commerce.

Perchè E-Commerce in Italia fa paura?

C’è un detto molto famoso, “l’ignoranza fa paura ed il silenzio è uguale a morte”, se prendiamo un qualsiasi giornale Italiano(tranne ovviamente i Magazine d’elettronica) o ascoltiamo un altrettanto qualsiasi telegiornale Italiano, ci accorgeremo che non si parla mai di E-Commerce, perchè?
Centinaia sono i servizi che ogni giorno passano che metabolizzano le menti delle persone con notizie del tipo “è finita”, ma perchè non parlare anche di qualcosa di veramente positivo, intervistando chi la crisi non la conosce?

Se ben fatto E-Commerce non conosce crisi, genera nuovi posti di lavoro e internazionalizza qualsiasi business, mi sembrano motivi sufficienti per fermare le vostre menti e pensare!

Dove iniziare per fare E-Commerce?

Qualche giorno fa’ vi abbiamo parlato del Web Marketing, ovvero come rendere un portale sconosciuto un successo e generare profitti, oggi vogliamo parlarvi di E-Commerce, e di come pianificare una strategia vincente!

Sappiate che se avete scelto questa strada, i miei più vivi complimenti, E-Commerce vi porterà tantissime soddisfazioni, non è il futuro, è il presente e ogni giorno che passa senza il vostro bel E-Commerce state rimandando il vostro successo finanziario!
Per iniziare è necessario analizzare i vostri prodotti:

  1. Perchè il vostro prodotto dovrebbe vendere?
  2. I vostri concorrenti offrono il medesimo prodotto?
  3. Che potenziale economico avete attualmente a disposizione?

Punto 1:
Perchè il vostro prodotto dovrebbe vendere?

Dovete porvi questa domanda e pensare molto bene alla risposta. Per avere successo, la risposta deve essere “è originale, unico, introvabile, raro” oggi non basta avere il miglior prezzo, anche perchè è sufficiente un solo avversario, con una potenza economica maggiore per estinguervi sul mercato.
Dovete distinguervi, nulla deve essere copiato o simile, vi basta un fornitore poco conosciuto, degli oggetti particolarmente fantasiosi in sostanza dovete apparire originali.

Punto2:
I vostri concorrenti offrono il medesimo prodotto\servizio?

Aprite Google, e cercate i vostri potenziali concorrenti, quindi analizzateli con attenzione, guardate cosa vendono e come lo vendono.
Come reputate la descrizione? La gallery? E’ chiaro il processo di spedizione e acquisto?
Dovete studiarli con attenzione e trovare il punto debole, quando avrete una lista sufficientemente lunga, potete considerare il vostro E-Commerce già un passo avanti come strategia di Web Marketing.

Punto3:
Che potenziale economico avete attualmente a disposizione?

Questo è il punto più critico in assoluto, dove spesso i giovani imprenditori effettuano la scelta completamente sbagliata!
Quando si parla di E-Commerce, molti pensano, “ok, come contatto i fornitori?”, sbagliato! I fornitori sono l’ultimo dei voi vostri problemi, dovete pensare al marketing, quindi prima leggete qui, poi successivamente pensiamo alla parte fornitori.

Una volta che avete letto e stabilito la vostra strategia di Web Marketing, pensate al potenziale economico rimanente, la bravura sta nel trovare il giusto equilibrio, che se il vostro potenziale è dieci, sette sono dedicati alla parte Marketing, il restate è relativo alla merce. In caso contrario, avrete uno spettacolare E-Commerce privo totalmente di clienti, il che è sicuramente un fattore positivo per parlare di fallimento.

Cosa occorre per fare E-Commerce?

Punto1:
La parte Web, trovate una buona Web Agency seguendo le istruzioni guida qui.

Punto2:
Trovate i fornitori, Google è vostro amico, quindi cercate e vi garantisco che ogni business che si rispetti avrà il suo portale dove poter contattare il reparto commerciale.
Valutate molto attentamente l’estero, non affidatevi solo all’Italia, se volete aprire un E-Commerce, dovete pensare internazionalizzando il vostro business, quindi cercate fornitori esteri, non troverete difficoltà di lingua.

Punto3:
Occupatevi con attenzione alla parte spedizione degli ordini.
Le poste italiane sono le peggiori in assoluto, tutto il mondo conosce il nostro servizio postale e le incredibili storie sui prodotti smarriti.
Contattate i vari corrieri, come Bartolini, TNT, UPS, il reparto commerciale di ognuno è pronto ad ascoltarvi e offrirvi la miglior proposta contrattuale.

La spedizione è un fattore cruciale, indipendentemente dalla bellezza del prodotto acquistato, la parte più importante per ricevere buona pubblicità e feedback positivi risiede nella spedizione, più informazioni fornite, prima arriva il pacco alla destinazione maggiore sarà successo del vostro E-Commerce.
Conoscete Amazon? Il vero punto di forza di Amazon risiede nella spedizione, i prodotti sono i medesimi offerti da altri centinaia di store, mentre la celerità della consegna rende Amazon, Amazon!
Se possibile, offrite la spedizione gratuita su ogni articolo, posso garantirvi che un cliente scapperà davanti un prodotto con il medesimo costo di spedizione.

La restituzione è un altro fattore cruciale, se il cliente non è soddisfatto prendete contatto telefonico(non mail!), e chiedete direttamente al cliente come risolvere il problema. Nella maggioranza dei casi la richiesta è la restituzione, siate quindi pronti ad offrire un ritiro gratuito del bene acquistato.

E-Commerce, ecco gli errori da evitare

Il classico errore da evitare è sottovalutare E-Commerce stesso, ogni giorno arrivano moltissime richieste di preventivo per la realizzazione di un nuovo E-Commerce, generalmente telefonicamente capiamo immediatamente se stiamo perdendo tempo, ma siccome non è bello giudicare senza conoscere, meglio fissare un appuntamento.

Queste sono alcune delle domande che vi consiglio di rispondervi, in modo da facilitare la vita ed evitare delusioni per tutti.

  • Quale messaggio pubblicitario vorresti lanciare?

Una buona risposta dovrebbe essere articolata, avere in mente qualcosa che giace nel cuore, perchè un messaggio pubblicitario appaia vincente, deve venire dal cuore.
Se invece non avete la più pallida idea, beh pensateci abbondantemente su, potete naturalmente delegare il compito ad un professionista se il vostro budget ve lo permette.

  • Attualmente o con il progetto ultimato avrete un comparto Marketing?

Generalmente chi decide di avventurarsi nel E-Commerce, è già una piccola società di due o tre persone, quindi qualcuno di essi dovrà occuparsi del Marketing che poi tramuterà nel Web Marketing, ovviamente è possibile assegnarlo ad una Web Agency, ma è sempre valido il discorso di budget.

  • Quale immagine vorreste dare al vostro E-Commerce?

Carta e penna sono un fattore determinate, prendetevi un foglio e disegnate sopra esattamente quello che volete vedere sul vostro schermo, spetterà poi alla Web Agency costruire un E-Commerce compatibile con le vostre richieste.

  • Quali sono gli obiettivo principali e secondari che volete dare al vostro E-Commerce?

Volete vendere vendere e solo vendere o avere un posto che abbonda di visite per un lungo periodo o meglio ancora mirare ad entrambi? Ovviamente tutto dipende dal vostro budget, quindi fate le giuste scelte, meglio un locale spettacolare ma vuoto od uno pieno e discreto?
Tanto per capirci, avete presente quei ristorantini che aprono in posti sperduti, ma risultano sempre pieni tutto l’anno? Beh voi come siete arrivati alla conoscenza di quel posto e i vostri amici? Ehhehe la risposta è semplice, e la state già leggendo…

  • Quanti articoli intende vendere? 10, 100, 1000?

E’ categorico che dovreste saperlo, ma molti non sanno minimamente quanti articoli attualmente dispongono o quanti ne vogliono vendere. Quindi suddividete il tutto per categoria e numero prodotti, ovviamente un margine di errore è consentito, ma sapesse che tristezza vedere quelle persone che rispondono “boh”.

  • Quale valore specifico intende offrire?

La grafica è come un vestito, se normalmente vestite sempre di uno stesso identico colore e con gli stessi abiti, improntate sicuramente un messaggio, se invece siete persone che vestite con tanti colori e abiti sempre diversi avete sicuramente un impronta diversa in termini d’umore. Considerate quindi l’aspetto grafico come un vestito, deve essere formale o caldo e vicino al cliente? Se invece non è questo il valore che volete offrire, sceglietene uno che si differenzi in maniera particolare.

  • Quali siti amate visitare, anche non pertinenti al vostro business?

Se amate particolarmente determinati siti, dovete iniziare da lì, cosa vi piace? Bene quel “mi piace” potete portarlo con voi.

  • Quale è la priorità del sito verso i vostri clienti?

Generalmente sono: Qualità, Quantità, Spedizione, Supporto, Affidabilità… Scegliete con attenzione, il massimo è puntare su un determinato punto e promuoverlo al meglio.

  • Che tempistiche potete offrire alla Web Agency?

Considerate che un E-Commerce con 100 articoli può richiedere 60 giorni di lavoro e 3 persone attive nella realizzazione, quindi fatevi un idea della grandezza del vostro progetto.

  • Quale budget avete intenzione di investire?

Esistono diverse categorie, quelle persone che rispondono volontariamente “non saprei” per il semplice fatto che hanno paura di pagare troppo qualcosa che costerebbe meno, poi esistono persone che rispondono “il meno possibile” ovviamente il progetto è ritenersi nullo, infine esistono le persone che girano intorno al discorso senza rispondere nettamente alla domanda.
Volete un consiglio? Mettete nero su bianco quanto potete investire nel vostro progetto, una Web Agency seria vi dirà immediatamente e senza attese la fattibilità della cosa, altrimenti aspettatevi preventivi da cinque cifre.

Esistono canali come eBay o Amazon, che per molti rappresentano l’entrata E-Commerce più semplice e meno dispendiosa in termini di economici, valuta però con attenzione se vale la pena regalare il 40% tra commissioni, tariffe e trasferimenti  verso questi gruppi. Per un approfondimento vi suggerisco questa lettura.

E-Commerce compatibilità Smartphone e Tablet

La compatibilità è un argomento poco trattato, e molto sottovalutato nonostante i numeri siano davanti gli occhi di tutti!

Tablet e Smartphone non rappresentano più un dato marginale, tale da poter essere considerano irrilevante. E-Commerce europeo secondo recenti statistiche è cresciuto del 313% ben 80-90& dei grazie va direttamente ad iOS, dispositivi ritenuti l’era post pc, il dato più sorprendente di tutti del 2012 è da ricercare in soli 15 secondi, è il tempo dove ogni consumatore europeo effettua un acquisto.
Immaginate un acquisto ogni 15 secondi su appena il 10% di piattaforme totalmente compatibili con iPhone e iPad? Beh se volete fare affari in rete, ricordatevi questo articolo e queste statistiche!

E-Commerce Mobile

E-Commerce Mobile

Adesso che sapete le idee più chiare, non vi resta che affidarvi “nuovamente” al nostro amato Google!