Google Panda: cambiano le modalità di posizionamento su Google

Ragazzi qua sta succedendo un pata-trak! Per quanto sperassimo di sfuggire a Google Panda qui in Italia, ce lo ritroviamo inevitabilmente alle costole, pronto a cancellare chi non rispetta il regolamento ( e pure chi lo rispetta, và ).

Ma partiamo con ordine : Che cos’è Google Panda ?

Detto in parole semplici, Google Panda è un nuovo algoritmo di Google. La sua funzione è quella di penalizzare i siti che non rispettano il regolamento di Google. Questo significa che tutti i siti internet che : copiano ( interamente e parzialmente ) i contenuti, creano articoli brevi ( per aumentare i contenuti ) , utilizzano strategie SEO ( oneste o disoneste che siano ) , pubblicano foto o materiale coperto da copyright, ecc… verranno penalizzati o bannati da Google Panda.

Sfortunatamente ci passano anche siti che non hanno fatto nulla di illegale o altro. Siti importanti, come Masternewmedia di Robin Good, che ci regala un’ottima guida sul caso Google Panda. Io me la sono letta tutta e fareste bene a leggervela anche voi, se siete dei Webmaster. Peccato non averla letta prima, forse mi sarei mossa in tempo.

Eh si, purtroppo anche questo sito ha ricevuto una penalizzazione. Anche se, devo ammettere, non sono sicura di attribuire l’intera colpa a Google Panda.

Quando è scattato l’allarme Panda, la prima cosa che ho fatto è stata quella di togliere il sito da tutti gli aggregatori, in modo che non risultassero contenuti copiati in siti più autorevoli del mio. La seconda mossa che ho fatto è stata quella di inserire il copyright nelle foto, per dimostrare a Google che non copio immagini protette. Ho poi tolto tutti i tag inutili, evitando che risultassero pagine tag vuote o con un solo articolo. Ora sto cercando di cancellare, o sistemare, gli articoli troppo corti e con poche informazioni.

Il mio page rank , da 3, si è abbassato a 2….questo me lo aspettavo, data l’assenza prolungata dal sito. Per quanto riguarda Google Adsense posso ritenermi abbastanza tranquilla, in quanto i guadagni non hanno ricevuto forti cambiamenti, se non di qualche euro.

In definitiva : non so se sia stato Google Panda o il rivoluzionamento che ho fatto al sito. Staremo a vedere.

In ogni caso, non sono contraria a Panda, penso che sia molto utile per noi Webmaster onesti. Spero però che questo algoritmo capisca bene chi siano i “buoni” e i “cattivi”, altrimenti non servirà a nulla. Se mi mette in cima alla Serp siti che copiano e mi penalizza siti che invece presentano contenuti originali, allora siamo caduti dalla padella alla brace….