Guadagnare con Google Adsense: PARTE 3

Ctr e eCpm: cosa sono e a cosa servono su Google Adsense?

Se entrate nella vostra pagina Google Adsense e andate a vedere quanti click vi sono arrivati in giornata, noterete a lato dei valori in percentuale. Cosa sono?

Si chiamano CTR e eCPM. Ora ve li presento :

Il CTR è importantissimo perchè più è alto più ci farà guadagnare. Il CTR viene calcolato facendo una media tra il numero di click e il numero di impressioni per pagina. Dovete infatti sapere che, oltre ad essere pagati per i click, venite pagati ogni 1000 impressioni. Le impressioni sono quando le persone visitano una pagina e vedono gli annunci Adsense scorrendo con il mouse ma senza cliccarli. Più pagine vedono, più impressioni riceverete.

Questo può essere un bene ma anche un male, ora vi spiego perchè :

Prima vi avevo spiegato che ogni annnuncio Google Adsense ha un diverso valore. Se il vostro CTR è basso avrete annunci dal valore basso. Per alzarlo dovete avere un giusto rapporto tra impressioni e click. Ci sono due vie :

  • Diminuire il numeri di annunci Google Adsense inserendoli solo nei post e non nella home page. In questo modo si ridurrebbero le impressioni e si avrebbe un notevole aumento del CTR. Questo nel caso aveste un alto numero di impressioni ma pochissimi click. Il rapporto tra click e impressioni sarebbe troppo sballato e vi porterebbe ad avere un CTR basso.
  • Iniziare a postare annunci interessanti, completi ma non troppo, in modo che i lettori siano invogliati a cliccare per approfondire l’argomento.

L’ eCPM invece mostra la cifra con cui venite pagati da Google Adsense per mille impressioni. Anche questa è influenzata dal CTR.

Un piccolo trucco per alzare il CTR di Google Adsense: 

Qualche giorno fa ho notato una cosa molto singolare che mi ha fatto pensare:

Mentre riguardavo gli articoli del mio Blog, in uno degli annunci di Google Adsense ho visto una cosa che mi interessava. Dato che è vietato cliccare sui propri annunci, mi sono annotata il sito e sono andata a cercarlo nei motori di ricerca.

Ho trovato un sito molto interessante ed ho pensato di recensirlo in un post. Il giorno dopo mi sono trovata il doppio di click e il CTR notevolmente più alto del solito.

Dato che il sito recensito era stato inserito nelle pubblicità di Adwords, e quindi automaticamente visibile su Google Adsense, era abbastanza normale che scrivendo un post al riguardo, negli annunci Adsense dell’articolo sarebbe spuntata fuori la pubblicità del sito in questione. In questo modo le persone hanno visto la correlazione tra articolo e annunci e automaticamente sono andate a cliccare sull’annuncio.

Questo è un ottimo modo per far coincidere completamente gli annunci Google Adsense al post. E poi pensateci un attimo, oltre a guadagnarci in click e aumento del CTR, avete scritto un articolo in più per il vostro sito che non fa mai male!

Commenti

  1. Massimiliano Rispondi

    Ottima guida : breve – saliente – e anche simpatica: se il mio sito raggiungerà un po' di visibilità perchè trovo una giusta nicchia di utenti che lo leggono inserirò adsense. Una domanda: l'attivazione di questo servizio è gratuita? oppure devo pagare io per tenerlo rischiando di andare in passivo cioè pago dieci per inserire ils ervizio e guadagno 5?

    • Bluranocchio Rispondi

      Ciao Massimiliano :) si si Adsense è gratuito! Io ti direi di inserirlo anche ora, non c'è nessun limite minimo di utenti, anzi. Aggiungilo quando vuoi

  2. Max Rispondi

    Salve! un consiglio: per migliorare i rendimenti degli adsense, tra le keywords meglio lasciare una virgola ed uno spazio tra le varie parole oppure soltanto la virgola senza lo spazio?? Inoltre, alcune pagine molto lunghe, con servizi giornalistici complessi, converrebbe dividerle in più pagine (giornalisticamente non sarebbe un granchè) oppure possono lasciarsi così?
    Grazie in anticipo.

    • Bluranocchio Rispondi

      Ciao Max, allora per quanto riguarda le Keywords non fa nessuna differenza, puoi benissimo usare solamente la virgola. Per quanto riguarda gli articoli….be , dipende da quanto sono lunghi. Se rimangono dentro le 2000 parole vanno benissimo. In quel caso puoi inserire Adsense in mezzo all'articolo per staccare. Proprio perchè scrivi articoli giornalistici è brutto staccare come ho fatto io per questa guida Adsense, quindi se puoi è sempre meglio dare la precedenza al sito che alla pubblicità.

    • Carlo Rispondi

      Salve, come posso capire con google adsense se sto rischiando il ban? ho lanciato da poco il mio sito e ho letto che solitamente conviene aggiungere adsense quando si hanno almeno 500/1000 visite al giorno

      • Bluranocchio Rispondi

        Ciao Carlo, allora per quanto riguarda l’aggiungere adsense , puoi aggiungerlo anche subito, nessuno te lo vieta. Io l’ho inserito da subito e non ho mai avuto problemi di nessun genere. Certo, all’inizio guadagnerai pochissimo, ma pian piano lo vedrai salire.

        Per quanto riguarda invece il ban, ecco le regole fondamentali di Adsense : https://www.google.com/adsense/support/bin/answer.py?hl=it&answer=48182

        • Carlo Rispondi

          Mi era sorto un dubbio, avevo letto su internet che se si aveva il CTR alto si rischiava il ban 😀 invece mi sa che non è così 😀 ti ringrazio per la risposta

  3. segnala url Rispondi

    Sei un genio, cavolo non ci avevo pensato a recensire un sito tra le inserzioni di google,cmq non capisco ho un blog fatto con blogger ho ricevuto 2000 visite oggi e senza un click, ieri 13 mila visite per una notizia che non posso dirvi, solo 4 euro?mi sembra poco, 6 mesi fa, ho postato la notizia della morte di simoncelli e ricevevo molti click non capisco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*