Microsoft ha un problema, la produttività!

C’è un problema in casa Microsoft e quello si chiama produttività

Produttività

E’ sicuramente un po’ provocatorio l’articolo in questione. Tentiamo per un secondo di riflettere insieme, la situazione della Microsoft in termini di Produttività. Per molti, la produttività è una parola sconosciuta, perchè limitano il loro tempo al computer, tablet o smartphone che sia, semplicemente usufruendo dei contenuti disponibili. Per capirci, Facebook, YouTube, Twitter in linea di massima non rientrano nella casistica di produttività, almeno che voi non siate VideoMaker o VIP. Per produttività si intende invece, la creazione di contenuti, che questi siano Testi, Presentazioni, Mail o Programmazione, in queste casistiche il proprio Device viene sfruttato per creare qualcosa talvolta unico. Bene, ora che il termine produttività è chiaro, mai come in questi giorni, sono giunto alla conclusione che Microsoft ha un problema enorme, la produttività! Non parliamo di produttività all’interno di Microsoft ormai persa da anni, basti vedere come Windows 8 dopo anni sul mercato, non riesca minimamente ad imporsi. Senza poi parlare ovviamente di Tablet e Smartphone, dove anche se le vendite sono salite di qualche milione di unità, comparare il tutto con Android o iOS è semplicemente ridicolo. Parliamo invece di produttività personale, togliendo la suite Office, vero Diamante della Microsoft (anche’esso in terribile ritardo tra Cloud e Multi piattaforma), Windows è altamente improduttivo, vi elenco le motivazioni delle mie affermazioni:

  • Client Mail; Si moltissime aziende ancora usano i Client Mail, altrimenti come gestire 5-10 o perfino 100 caselle di posta elettronica. Non pensate di poter usare 100 sessioni da da Browser, perchè follia pura.
  1. Non parlatemi di Outlook. OK, è fornito di serie nella suite di Office. Bene configuratelo con 100 caselle di posta elettronica, successivamente divertitevi con i Test, tra la versione Web e la versione Client Outlook. Tralasciando che sono possibili decine e decine di errori nella sincronizzazione delle cartelle, è altamente possibile che i messaggi di Inviati, praticamente siano Invisibili sulla WebMail.
  2. Non citatemi Thunderbird. Come può definirsi “il più semplice client, per la gestione della posta”, quando non è possibile sincronizzare la rubrica dei propri contatti mail! Non pensavate che le aziende, inviano 3 mail verso Mamma, Papa e Fratello?
  3. Risparmiatemi Gmail. Ok, è assolutamente perfetto il suo funzionamento sul Web, ma è altrettanto folle, usarlo per appoggiare 100 caselle mail. Difatti il nostro amato Gmail effettua un controllo ogni 30 minuti (non è possibile personalizzare questo tempo). Riuscite ad immaginare 100 caselle mail che scaricano Posta fresca ogni 30 minuti?

  • Calendario; “Un momento che guardo nell’agenda”, non pensavate veramente che tutte le aziende, usano un agenda per decine e decine di dipendenti? Quindi vediamo le proposte offerte da Microsoft.
  1. Fottersi. E’ la prima risposta che viene da pensare, onestamente chi opera in grandi reparti IT, conosce perfettamente questo grande problema. Produttività?
  2. Outlook. Per cortesia, non funziona la Posta, figuriamoci la sincronizzazione con centinaia di Calendari.
  3. SkyDrive. OK, funziona bene, peccato che sotto il profilo aziendale non è all’altezza. Esistono infatti i famosi permessi (lettura, scrittura, amministrazione…) che vengono bellamente ignorati.
  • Rubrica;
  1. Fottersi doppiamente. Mi chiedo, ma in Microsoft non chiamano mai nessuno? Produttività chiama Terra, ci sentite?
  2. Outlook. Usarlo solo per la Rubrica è insensato. Ovvio che se configurato con Posta, Calendario e Rubrica in modo efficiente, la musica sarebbe differente.
  3. Rubrica Windows. Vedesi punto 1.

Ci siamo capiti? Manca la produttività! Una parola semplice chiamata produttività è completamente assente dal Dizionario della Microsoft. Eccovi le due possibili soluzioni, per diventare produttivi. Passiamo alle soluzioni, in ordine di mia personalissima preferenza.

  • Comprare un Mac. Immagino le facce dei detrattori, dinanzi questa affermazione. La produttività viene prima, eventuali guerre religiose tra Windows vs Mac, successivamente.
  1. Mail App. Usatelo, magari non è perfetto per molti, ma la gestione della Posta è fatta in modo esemplare.
  2. Calendar App. In azienda ci sono 100 impiegati? Con un Click potete conoscere qualsiasi impegno dei vostri collaboratori, concordare appuntamenti e notificarli automaticamente in tempo reale sui loro dispositivi.
  3. Rubrica App. Semplicemente perfetta, dispone di qualsiasi campo si desideri.

Inoltre potrei aprire una parentesi, sull’integrazione tra le varie App. Sotto questo punto, Apple è imbattibile. Qualche esempio:

  • Qualsiasi App, è perfettamente in grado di conversare. Siete all’interno del Browser con un PDF aperto, con un click potete comporre una mail ed inviarlo.
  • Avete la necessità di parlare con un collaboratore? iMessage in tempo reale vi permette di farlo. Byby telefono.
  • Avete fissato un appuntamento? Perchè non allegare all’appuntamento quel documento fondamentale. Senza stupidi link o generando mail.
  • Tra due ore, avete l’appuntamento? Beh quando è bello conoscere il traffico e le condizioni meteo prima di uscire, torna certamente comodo, non credete?
  • “Mi mandi il numero di…….” Quante volte, vi viene chiesto il numero di qualcuno? Un click e l’intera scheda del contatto è servita.

Potrei citarvi decine di esempi, ma preferisco analizzare altre soluzioni di produttività.

  • Usare Google App for Business. E’ assolutamente una soluzione meravigliosa, non vi costringe all’abbandono del PC per acquistare un Mac, e funziona magnificamente. Potete usare sempre il vostro amato Office, installando semplicemente Google Drive.
  1. Pro: Funziona alla grande, conosce perfettamente le esigenze delle aziende. Offre Documenti, Calendario, Mail e decine di altre funzionalità “fondamentali” per il business ad un prezzo assolutamente accessibile.
  2. Contro: Se avete 100 caselle mail, la migrazione verso Gmail, potrebbe risultare snervante, complicata e portare qualche grattacapo.

Comunque, Google ha fatto centro in questo campo. I numeri parlano chiaro, milioni di aziende si affidano alla loro suite di produttività. Un chiaro esempio del potere Cloud in chiave moderna. Infine, gettiamo lo sguardo all’ultima soluzione di produttività. Adattare Windows e stringere i denti. In questi giorni, di santissima pazienza o analizzato cosa propone il mercato. Se quindi non possiamo comprare decine e decine di Mac o migrare centinaia di caselle di Mail risuta complicato. Esiste una soluzione di produttività.

  • Mail, Calendario e Rubrica. Dimenticatevi Outlook, e provate eM Client, l’interfaccia è molto famigliare in Windows e posso assicurarvi che il funzionamento, condivisione ed altre funzioni vengono considerate come la norma.
  • Solo Mail. Qualcuno ricorda Sparrow? Un piccolo software per la gestione della posta. I grandi nomi quali Apple e Google presero ispirazione, tanto che alla fine l’intera azienda fu acquisita da Google. Oggi esiste MailBird, ricalca le medesime linee, per la gestione della posta è un vero asso.

In conclusione, molti leggendo questo articolo, penseranno che sia totalmente incentrato sulla risoluzione di 3 problemi; Mail, Calendario e Rubrica. In linea di massima, possono sembrare operazioni banali per l’utenza consumer, mentre per il business risultano ancora reali problemi. Proprio in questi argomenti, si cela la mancanza di attenzione di Microsoft negli ultimi anni. Chi necessità di produttività e deve eseguire almeno queste tre operazioni, sta migrando giorno dopo giorno. C’è chi sceglie le soluzioni Cloud, chi invece si affida direttamente ad una piattaforma alternativa come Apple con dispositivi fissi e mobili.