Come inventarsi un lavoro. Scrittore freelance

Come inventarsi un lavoro. Scrittore freelance

inventarsi un lavoro.
Uno dei lati negativi del lavoro come scrittore Freelance è quello d’incorrere in tempi morti, dove il lavoro non si vede nemmeno tramite binocolo.

L’unica soluzione, in questo caso, è trovare altre opportunità di guadagno mentre si aspettano nuovi incarichi. In questo articolo andremo ad illustrate le soluzioni migliori per riempire le giornate di attesa.

Creare un Blog

Diventare proprietari di un blog può aprire molte strade. Se il blog è strutturato bene può dare molte soddisfazioni e diventare una discreta fonte di guadagno. Essendo proprietaria di questo blog da oltre 2 anni, posso assicurare che non è affatto tempo perso. Il blog non fa diventare ricchi, ne tanto meno crea uno stipendio sicuro, ma integra il guadagno mensile del Freelance.

Inoltre, ricordiamoci che il blog è un trampolino di lancio che può aiutare lo scrittore a farsi conoscere, evidenziandone le qualità.

Consiglio la guida: Creare un blog per guadagnare con internet.

Paid to Write

Sfruttare i Paid to Write per generare entrate sicure. Alcuni Paid To Write sfruttano la pubblicità Adsense per pagare gli editori, altri invece pagano un tot ad articolo scritto.

Per guadagnare con i Paid To Write consiglio di leggere questi articoli:


Studiare ed apprendere nuove conoscenze

Un ottimo passatempo per uno scrittore Freelance, è quello di ampliare le proprie conoscenze. Gli scrittori più richiesti devono imparare le tecniche migliori per pubblicizzare i proprio articoli. Consiglio quindi di sfruttare il tempo libero per affinare la conoscenza dell’html, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e l’aggiornamento delle ultime “tecniche” SEO.

Consiglio le seguenti guide:

Social Networking

Un’altra attività indispensabile da fare per ingannare l’attesa, è quella di socializzare il più possibile con gruppi affini e altri blogger. Per questo, serve necessariamente prestare la propria presenza sui maggiori siti di social Network, quali: Facebook, Google Plus, Linkedin e Twitter.

Questo può aiutare non solo ad allacciare rapporti con persone interessanti, ma a trovare più contatti e quindi più possibilità di nuove proposte di lavoro.