Volunia: prime impressioni personali sul nuovo motore di ricerca

Congratulazioni, benvenuto in VOLUNIA! Da oggi sei un nostro prezioso Power User.

Così Volunia mi ha accolto nella freddolosa giornata di ieri. Ho quindi deciso di uscire dal “mondo delle galline” e di spiccare il mio primo volo nel nuovo motore di ricerca sociale.

A primo impatto mi ha assalito un idea di confusione e smarrimento, nonostante avessi guardato avidamente ogni singolo momento dello streaming sulla conferenza avvenuta lunedì.

Perchè il primo impatto è sempre grafico e, mi spiace dirlo, hanno toppato in pieno. E’ anche vero che altri Big, prima di loro, non avevano una grafica da invidiare. Basta usare Archive.org per vedere come Google, Facebook, Twitter e Youtube si presentavano agli esordi del loro debutto. Ma Volunia non è solo graficamente brutto, ma graficamente confusionario che è peggio.

Il motore di ricerca

So che Marchiori ha più volte ribadito che Volunia non è un motore di ricerca, ma la barra di ricerca ce l’ha, e se un navigatore comune cerca su Volunia una parola specifica deve poter ricevere risultati perlomeno pertinenti a quella parola, cosa che Volunia al momento non è in grado di fare. Posso però dire che, essendo una versione Beta, può anche starci. Inoltre noto che si sta migliorando di ora in ora, aggiungendo nuovi risultati e perfezionando la ricerca.

Ci sono invece altri aspetti che mi piacciono molto, come ad esempio la navigazione per singolo sito attraverso mappe e strumenti multimediali. La storia delle mappe grafiche è, a mio parere, un’idea simpatica e utile. Saranno graficamente ridicole, dato che ricordano giochi come farmville e cityville, ma ciò non toglie che per l’utente medio è un aiuto non da poco.

Per noi Webmaster, inoltre, c’è permesso modificare la nostra mappa a piacimento, inserendo e togliendo pagine che riteniamo più o meno interessanti.

mappa virtuale volunia

Utile anche la ricerca multimediale, che permette di vedere esclusivamente le immagini, i video, i documenti e i file audio presenti in un sito internet.

ricerca multimediale

Quindi per me è promosso sotto questo punto di vista. Da migliorare, senza alcun dubbio, ma l’idea c’è ed è buona.

Social Network

Volunia è anche una sorta di Social Network e diciamo che al momento è la parte che funziona meglio.

E’ possibile infatti intavolare un discorso mentre si sta navigando su un sito internet. Possiamo partecipare alla chat pubblica o discutere con un utente in una chat privata.

Il discorso chat mi aveva un po’ spaventato, soprattutto per un’eventuale sabotaggio da parte di alcuni utenti verso siti concorrenti. Ma la chat è in tempo reale, i messaggi dopo un certo periodo vengono cancellati, e ciò permette di avere meno grattacapi per quanto riguarda la reputazione nel web.

E’ inoltre possibile seguire gli utenti da un sito all’altro, sapere chi è già stato in un sito e chi c’è in quel preciso momento. Tralasciando per un attimo la Privacy che può essere scongiurata semplicemente disattivando la navigazione Sociale, l’idea è molto bella ed è interessante conoscere altre persone con gli stessi interessi. Facebook da questo punto di vista è abbastanza macchinoso in quanto ti obbliga a far parte di un gruppo o di una pagina fan, cosa che, come dice Marchiori, ti “tarpa un po’ le ali“.

Quindi tutto sommato ritengo che sia una funzione ottima e quindi promossa a pieni voti.

Parti dolenti

Ma veniamo alle parti dolenti. C’è ancora molto da lavorare, sia come motore di ricerca che come aspetto grafico generale. Troppo scombussolato e per niente User Friendly. Avrebbero dovuto privilegiare Power User formati da Utenti comuni e non da blogger e informatici che, bene o male, sanno destreggiarsi in qualsiasi situazione.

Inoltre pervade un altro problema a mio parere ben più grave: gli iframe! Il fatto di non poter mostrare i siti composti da iframe è un errore gravissimo che bisogna sistemare al più presto.

Il comportamento dell’utente medio parla chiaro: Facebook, Google, Youtube, Twitter e via dicendo. Il fatto che Volunia visualizzi una pagina completamente bianca durante la visita di uno o più siti precedentemente citati, è grave.

Sono siti NECESSARI per l’utente e non possono essere “oscurati”. Altrimenti si ha già perso in partenza. Marchiori non può far diventare le galline in cigni dall’oggi al domani, perchè ciò chiuderebbe un progetto costato più di 2 milioni di euro senza nemmeno farlo partire.

Conclusione

A mio parere è un progetto che dev’essere rimandato. Non può essere ancora reso disponibile al pubblico, sarebbe un fallimento dichiarato. L’idea è buona e si può migliorare e rendere REALE!

Il tempo però corre veloce e Google sa come “rubare” le idee agli avversari, sorpassandoli senza grosse difficoltà.

Perciò, ti prego Massimo Marchiori: CORRIIIIIII!!!!!!!!